Cosa dicono di Noi: concessionaria Toyota



Cubor Car raimondo valentino  pag 7

Cubor Car, concessionaria Toyota, fondata e condotta dal 1986 a Bedizzole da Valentino Borghi e Raimondo Cuccuru, interpreta moderne visioni d’impresa. Tra vendita, assistenza e nuove frontiere del noleggio per carrelli elevatori. Aprendo all’impulso del mercato online.

Cammina, cammina. Solleva, solleva. Cubor Car S.r.l. di Bedizzole oltrepassa i venticinque anni di attività. Forti di quelle buone idee per sollevare che ne hanno sostenuto ed irrobustito il marchio in questi anni. Ragione sociale trainante i carrelli elevatori Toyota, oggi proposti attraverso vendita (nuovo ed usato garantito), noleggio, assistenza, ricambi e full service sul territorio, geograficamente localizzato perlopiù in Brescia e Provincia. Il sincronico volto d’impresa che identifica Cubor Car e quello di Valentino Borghi e Raimondo Cuccuru. Felice connubio incrociato fra mise tecnica (Valentino) e commerciale (Raimondo).

In una sintonicità di ruoli aggiornata creativamente all’interscambio continuo. A Cubor Car dunque, la flessibilità, soprattutto estesa al movimento del pensiero che persevera su innovazione, conoscenza e qualità, diventa elemento trainante di un modo di operare. Sviluppato all’entrata in questo ventiseiesimo anno di attività, utile a ripercorrere la storia aziendale. “Ci siamo conosciuti sul lavoro – ricordano Raimondo e Valentino, con la perfetta sincronizzazione identitaria di cui si diceva – eravamo dipendenti di una ditta di Ponte San Marco che si occupava proprio di carrelli elevatori”. “Arrivavo da Busto Arsizio – prosegue Raimondo Cuccuru – con il matrimonio mi ero trasferito in questa zona. Il mio incarico era di addetto alle vendite”. “Io sono bresciano – gli fa eco Valentino Borghi – ed ero responsabile dell’officina”. E’ chiaro che la scintilla comune del mettersi in proprio, non poteva trovare ambiente più favorevole. “Correva l’anno 1986 e prendiamo questa importante decisione – raccontano ancora i due soci – quattrocento metri di capannone a Bedizzole e il mandato di un’azienda italiana. La crescita è stata costante. Nel 1996 ampliamo la struttura ad 800 mq che, nel 1999 arrivano a 1.400”.

La svolta è quella del 2001 quando Cubor Car diventa concessionaria Toyota Carrelli Elevatori. Da quel momento l’offerta diventa sempre più di qualità. Mentre i fatturati crescono. “Dai 400/mila euro (trascritti dalle lire) del 1986 e 35 carrelli venduti, – ribadiscono con soddisfazione i titolari – al nostro top del 2007 con 4/milioni e 225 carrelli. Poi c’è stata una lieve flessione determinata dalla crisi, ma abbiano tenuto bene. Ed ora la ripresa. Con gli ultimi confortanti dati che parlano di giro d’affari per 3,6/milioni di euro e oltre 200 mezzi venduti. Dobbiamo dire che la Banca di Bedizzole Turano Valvestino ci è sempre stata vicina nei diversi momenti di questa nostra evoluzione”. Parlando con Raimondo e Valentino analizziamo i motivi guida di una crescita così ben strutturata. Alla base c’è la classica voglia di fare di matrice locale. Ma questo non è il solo elemento che spiega il successo. Virtù aggiuntiva è quella della curiosità imprenditoriale che apre a formazione, conoscenza ed innovazione.

Tra le pieghe di scrivania notiamo l’occhio costantemente allertato su corsi tematici, soprattutto in visioni prospettiche a proposito di vendite, mercato, produzioni, novità gestionali. “Oggi il nostro lavoro è cambiato – confermano Borghi e Cuccuru – la richiesta di noleggio sta infatti aumentando, attestandosi in un 25% della nostra produzione. L’altro 25 è riservato all’assistenza, mentre la vendita rappresenta il 50%”. E intanto i carrelli elevatori venduti negli anni oggi viaggiano verso i quattromila esemplari. “La crisi è comunque servita – sottolineano con convinzione – abbiamo capito infatti che il noleggio aveva maggiori prospettive. In ci siamo impegnati per migliorare tutte le funzionalità legate al service d’assistenza. Approfondendo e studiando le problematiche.” Forse anche per questa applicazione cognitivo – relazionale anche i primi numeri del 2012 mostrano un trend positivo.”

Ma il viaggio di Cubor Car, collaudato team di professionisti, che insieme ai due titolari raggruppa altre dieci collaboratori, non arresta mai il proprio incedere progressivo. “Ci stiamo inserendo – annunciano in conclusione Valentino Borghi e Raimondo Cuccuru – nel settore della vendita online. Un sistema dal quale ormai non si può prescindere”. Associandolo a questo pezzo importante d’impresa modernamente funzionale. Abituata e votata nel dare tono, qualità alla finalità economicamente utile di saliscendi organizzato.

Intervista del giornale Sottotraccia Noi con Voi.